Tag Archives: gelosia

Scene di ordinaria… gelosia!

7 Ago

Ore 7:20.
La Media chiama.
Stranamente non c’ha pipìììì/cacca (già fatte alle 4:10, stanotte), ma “Non voGLio più sstale a Nanna!”.
La Grande si associa e la Piccola si unisce al coro al suon di “Ppapàààà!”.
Il Marito non c’è, si è dovuto alzare all’alba per lavoro e io speravo di pelandreggiare almeno fino alle 7:45!

Pelandreggiare [pé-lan-drég-gia-re] v. intr. [io pelandreggio, tu pelandreggi ecc. ; aus. avere] 1 (fam.) propensione al riposo, scarsa volontà di agire
2 (fam.) avere poco desiderio di fare qualcosa preferendo dormire ⇒ Dal Maritese, deriv. di pelandra. ■ SIN. oziare, poltrire, poltroneggiare; bighellonare, vagabondare, trastullarsi, ciondolare CONTR. ingegnerizzarsi, lavorare, operare, agire, affannarsi
(da Dizionario Trimamma – Emilia 2013)

Tento con la solita tecnica: fingo di non sentire.
Non funziona (ma ora che ci penso… ha mai funzionato?!).
Prendo il baby talk, premo Talk e dico Loro: “Ragazze Papà non c’è, venite un po’ qui, ci facciamo un po’ di coccoline”
Mi alzo, vado nella Loro cameretta e tolgo la Piccola, contrariata dalla non presenza paterna, dal lettino.
Torno nel lettone con tre rimorchi al seguito.
La Media si distende per prima e si mette alla mia sinistra, mentra la Piccola si arrampica sul lettone e si butta su di me a peso morto.
Mentre ci sbaciucchiamo e abbracciamo arriva la Grande; per ultima perché stava rassettando il suo letto.
Ci guarda, sale sul lettone e si posiziona nei 15-20 centimetri di distanza tra me e la Media, lamentandosi a più riprese di essere stata schiacciata ora da Una ora dall’Altra sorella.
Mi abbraccia escludendo la Media.
Ricambio l’abbraccio includendo anche la Sorella in seconda fila e la Grande si mostra palesemente infastidita.
Tento di smorzare l’acidità della Primogenita dandole il ruolo di principale coccolatrice dicendole:
“Guarda la Media, vuole proprio le tue coccole. Dalle un bacino…”
“No!” Risponde tutta seria
“Ma guardala, sembra un dolciume!” continuo io.
Lei ora ride, con quel suo sorriso da brighella e risponde:
“Non è un dolciume è un pattume

20130807-190241.jpg

Chi sposi da grande Tommy?

27 Nov

Ieri ho assistito alla prima diatriba tra sorelle per un ragazzo: abbiamo invitato Tommy a giocare a casa nostra dopo la scuola.
La Grande mi ha chiesto subito di cercare le loro macchinine per avere a disposizione anche un gioco da maschio ed ecco che il povero Tommy si è trovato in una stanza con passeggini, carrozzine, bambolotti, cucina, pentolini e 5, dico 5, micro macchinine con due bambine che continuano a chiedergli:
“Giochiamo a marito e moglie?”
“Chi pozi (chi sposi)?”
Le due iniziano così a contendersi il compagno di giochi con dispetti reciproci.
In principio è la Media a sentirsi esclusa e simula un tornado quando i due entrano nella tenda ikea (già loro dimora d’amore) non facendola entrare; poi distrugge la loro capanna di sedie e coperte in costruzione con nonchalance, quasi fischiettando, con quel fare da finta ingenua che sembra dire “Oh, ma qui c’era una capanna?! Non l’avevo proprio vista!”.
Successivamente la Grande sostiene con atteggiamento di superiorità, da donna vissuta, che il gioco che lui e la Media intraprendono sia da piccoli e che se Lui giocasse con lei sarebbe meglio perché ha già 5 anni poi lo pone di fronte alla scelta “Allora chi sposi da grande? Me o la Media?”
Lui abbraccia la Media rispondendole “Sposo te Grande!” (hai capito il 5enne…)
La Media fondamentalmente se ne frega, la Grande non abbocca, è offesa e quando arriva la Mamma a riprenderlo lo saluta con un bel “Non ti invito più!”.
Beh dai, tutto sommato non è andata poi così male, penso.
Poi mi giro e guardo il salotto: sommerso!

1 passo avanti (letteralmente!) e… 2 indietro!

10 Nov

É ufficiale: la Piccola cammina!
Abbiamo 3 figlie che camminano, 3 figlie interattive che giocano insieme e si rincorrono, 3 figlie che mangiano quello che mangiamo noi (più o meno), 3 figlie grandi insomma.
Siamo fuori dal tunnel dei neonati, ma, perché in ogni storia che si rispetti c’è un ma, stiamo scoprendo l’altra faccia della sorellanza, siamo entrati in un tunnel molto più impervio e ricco di insidie: il tunnel della gelosia.
Perché qui da noi le Donnine sono sì molto legate le une alle altre, si cercano tanto, anche troppo forse, ma questi cambiamenti, questi traguardi di autonomia sono vissuti inevitabilmente dalle Maggiori, e dalla Grande in special modo, come minacce, come un attacco al proprio territorio.
Così ora ci ritroviamo a dover accompagnare la Grande in bagno perché ha paura o a gestire i suoi capricci della serie “No, tu no!”.
Un attimo prima le trovi abbracciate sul divano e il secondo dopo a litigare.
Bisogna saper dosare la comprensione e le punizioni, le coccole a una e i complimenti all’altra, valorizzare i loro pregi senza farle sentire in difetto se sono diversi da quelli della sorella, farle sentire uniche e speciali, ma non per questo superiori.
Che faticaaaaaaa!
Bei tempi quelli della cacca gialla e delle poppate notturne…

Chi? Niculo?

8 Ott

La Grande, come molte figlie femmine, ha un’adorazione smisurata nei confronti del Padre.
Questo loro del tutto personale idillio è iniziato piano piano al compimento del suo primo anno, quando Mamma non era più sinonimo di tetta, ed è giunto al culmine verso i 2.
Già allora se le chiedevi “Chi sposerai da grande?” Lei ovviamente rispondeva “Il Papà” con tanto di occhi a forma di cuoricino.
Il Padre si era illuso che questo loro Amore fosse più forte di qualsiasi cottarella infantile… che illuso!
Al Nido la Grande lo vedeva ancora come unico partner possibile, ma il confronto era con nani dal naso colante che le tiravano i capelli e la graffiavano, persino l’infante più masochista sarebbe fuggita a gambe levate (anche Anastasia Steele se Mr Grey avesse avuto la candela perenne non sarebbe stata poi così convinta!).
Poi è arrivato il momento della scuola dell’infanzia e con essa Nicola.
Nicola era nel gruppo dei grandi (il fascino dell’età), occhi azzurri e sguardo gentile, un bel bambino, non c’è che dire e nonostante i due anni e mezzo in più devo ammettere che era anche parecchio gentile con la Grande, non giocava spesso con lei, ma la ascoltava (non posso garantire che la capisse perché allora il suo vocabolario era ricchissimo di parole, ma la pronuncia lasciava ancora a desiderare).
Lei totalmente galvanizzata, Nicola faceva parte dei racconti di tutti i giorni e tutto ciò faceva ribollire di gelosia il Padre, ex promesso sposo ora spodestato.
E come ogni geloso che si rispetti il Padre ha iniziato ad attaccare l’oggetto del desiderio della figlia chiamandolo Ni-culo…! (Non oso immaginare come sarà tra 10 anni…)
Ogni volta che lei pronunciava il nome Nicola lui rispondeva “Chi? Niculo?” facendola arrabbiare.
Finisce l’anno scolastico, arriva settembre e con esso la fiera paesana.
Si va alle giostre e là incontriamo la nonna di Nicola che, essendo a conoscenza dell’amore della Grande per il nipote, inizia a parlare di lui.
La Grande in tutta risposta guarda il Padre, guarda la nonna dell’amato e con tutta la serenità del mondo le confida: “Sai, il mio Papà lo chiama Niculo.”
Grande vs Padre: 1-0!

POLO MOD

La wiki di lavoro per chi opera nel polo bibliotecario modenese

Nascere a Mirandola, una scelta naturale

Nascere a Mirandola: una scelta naturale

E se mamma…

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Diario di una trimamma

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

firmatocarla

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

playgroundaroundthecorner

Italy with kids: stop at the playground

Mamma 360

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

mamma fatta così

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Non chiamarla solitudine, la voce del silenzio

Liriche, incipit di romanzi, perle di (im)probabile saggezza

Robyberta SmileMaker

MakeUp_Fashion Blog_Life_Obsession

L'angolino di Ale

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Instamamme

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

agriturismocortepalazzina

Just another WordPress.com site

Sognando Cupcake

quando la dolcezza incontra la fotografia

VOLEVO FARE LA ROCKSTAR

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

E voi? Figli niente?

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

smemomamma

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Ricomincio da quattro

il blog di Adriana

50 sfumature di mamma

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Goligoli.it

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

La Terremo-mamma, una mamma terremotata

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

io imparo con la felicità

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Marco Bianchi

I Magnifici 20 in Cucina

Ma Che Davvero?

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Blog di cucina di Aria

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

mammagari

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Bendix – Il blog di Lia Celi

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: