Tag Archives: dizionario

Scene di ordinaria… gelosia!

7 Ago

Ore 7:20.
La Media chiama.
Stranamente non c’ha pipìììì/cacca (già fatte alle 4:10, stanotte), ma “Non voGLio più sstale a Nanna!”.
La Grande si associa e la Piccola si unisce al coro al suon di “Ppapàààà!”.
Il Marito non c’è, si è dovuto alzare all’alba per lavoro e io speravo di pelandreggiare almeno fino alle 7:45!

Pelandreggiare [pé-lan-drég-gia-re] v. intr. [io pelandreggio, tu pelandreggi ecc. ; aus. avere] 1 (fam.) propensione al riposo, scarsa volontà di agire
2 (fam.) avere poco desiderio di fare qualcosa preferendo dormire ⇒ Dal Maritese, deriv. di pelandra. ■ SIN. oziare, poltrire, poltroneggiare; bighellonare, vagabondare, trastullarsi, ciondolare CONTR. ingegnerizzarsi, lavorare, operare, agire, affannarsi
(da Dizionario Trimamma – Emilia 2013)

Tento con la solita tecnica: fingo di non sentire.
Non funziona (ma ora che ci penso… ha mai funzionato?!).
Prendo il baby talk, premo Talk e dico Loro: “Ragazze Papà non c’è, venite un po’ qui, ci facciamo un po’ di coccoline”
Mi alzo, vado nella Loro cameretta e tolgo la Piccola, contrariata dalla non presenza paterna, dal lettino.
Torno nel lettone con tre rimorchi al seguito.
La Media si distende per prima e si mette alla mia sinistra, mentra la Piccola si arrampica sul lettone e si butta su di me a peso morto.
Mentre ci sbaciucchiamo e abbracciamo arriva la Grande; per ultima perché stava rassettando il suo letto.
Ci guarda, sale sul lettone e si posiziona nei 15-20 centimetri di distanza tra me e la Media, lamentandosi a più riprese di essere stata schiacciata ora da Una ora dall’Altra sorella.
Mi abbraccia escludendo la Media.
Ricambio l’abbraccio includendo anche la Sorella in seconda fila e la Grande si mostra palesemente infastidita.
Tento di smorzare l’acidità della Primogenita dandole il ruolo di principale coccolatrice dicendole:
“Guarda la Media, vuole proprio le tue coccole. Dalle un bacino…”
“No!” Risponde tutta seria
“Ma guardala, sembra un dolciume!” continuo io.
Lei ora ride, con quel suo sorriso da brighella e risponde:
“Non è un dolciume è un pattume

20130807-190241.jpg

I love Pizza!

18 Dic

Io adoro la pizza, la mangerei ad ogni ora del giorno, 7 giorni su 7; non mi stancherei mai!
Con questo mio amore ho contagiato il Papà e in casa nostra si mangiava per due sere a settimana sicuro (e ci limitavamo solo per non ingrassare troppo, incinta osavo molto di più!).
Per risparmiare In genere la facciamo in casa: io preparo l’impasto in mattinata (col robot eh!) e il Papà la sera la tira e la inforna.
Beh le nostre figlie saranno felicissime, direte voi.
E invece no!
A causa loro abbiamo diminuito ad 1 sola sera a settimana (sigh) perché quando annunciamo loro “Questa sera pizza ragazze!” loro rispondono:
“Nooooo, io voglio la minestrina in brodo”
“Tzì blodo”
oppure
“Noooo, io vorrei la pasta in bianco”
Cioè l’unica sera in cui dobbiamo cucinare piatti differenti è la sera della pizza!
Queste. Non sono. Figlie. Mie!
Forse in gravidanza ho esagerato, le ho stongate.

stongare [ston-ga-re] v. tr. [io stongo, tu stonghi ecc. ; aus. avere] dialettale nauseare, disgustare dopo un eccessivo consumo (anche in senso figurato): quel cibo mi ha stongato; uno spettacolo stongoso stongarsi v. pron. [aus. essere] non poterne più, sentirsi rivoltare lo stomaco verso un determinato cibo a seguito di un eccessivo consumo dello stesso; disgustarsi, nausearsi (anche in senso figurato): mi sono stongato delle sue lamentele ⇒ Deriv. dal dialetto stungaras. ■ SIN. stomacare, ripugnare, disgustare, nauseare, ributtare, schifare CONTR. piacere.
(da Dizionario Trimamma – Emilia 2012)

Comunque per ovviare a questo increscioso problema il Papà si è ingegnato e ha iniziato a proporre loro delle pizzette speciali: mini calzoni, maxi grissinini con sorpresa interna e, le loro preferite, brioches di pizza.

20121218-144606.jpg
Ora la apprezzano, peccato che il tempo di preparazione sia maggiore e ora che le mini brioches sono pronte e cotte si fa notte…
Pazienza, stasera niente lavaggio capelli!
“Come Papi? Sono un po’ unti e hanno pure un po’ di pomodoro?”
Bah, una bella coda e via! 😉

Un nuovo paio di…

29 Ott

Durante l’estate trascorsa la Media era in pieno periodo di taroccamento.

taroccamento [ta-roc-cà-mèn-to] n. m. [pl. -i] 1 (fam.) loquace discorso tenuto con parole incomprensibili ai più 2 (fam.) borbottio incomprensibile dall’interlocutore ⇒ Deriv. di tarocco
(da Dizionario Trimamma – Emilia 2012)

Ciò significa che lei parlava e parlava ma con un linguaggio incomprensibile alla maggior parte delle persone che non fossero abilitate all’insegnamento negli asili nido; per capire ciò che diceva occorreva seguire un corso che consisteva in interazioni con la Media 24 ore su 24 per 14 giorni di fila.
Si deduce facilmente che le uniche persone in grado di comprenderla erano Mamma, Papà, ma soprattutto la Grande che in numerose occasioni si è offerta a titolo gratuito come interprete quando nemmeno gli addormentati i sagaci genitori riuscivano a decifrare i suoi messaggi.
Sempre durante l’estate passata la qui presente Madre con prole a seguito è stata esiliata per 4 mesi al mare a causa del famoso terremoto (che ormai ha pure rotto le pall stancato!) e durante il primo mese di esilio, proprio nel periodo di massimo taroccamento, con noi era presente anche la Bisnonna con la badante a seguito.
Durante un weekend, nei quali i Nonni venivano a trovarci, la Media lasciata a giocare sulla sabbia con il Nonno è quasi riuscita a farlo impazzire chiedendogli la “Pala panata” (sabbia bagnata! Non era ovvio?!).
E se nemmeno i Nonni avevano accesso al suo dizionario, figuriamoci la Bisnonna!
Inutile specificare che la maggior parte delle richieste che la Media le formulava finivano con un bel sorriso della Bisnonna accompagnato a un “Sì bela, sì”.
Del tipo che se l’infante le avesse chiesto “Nonna potto taie pipì tu iano?” (Nonna posso fare pipì sul divano?”) la risposta sarebbe stata sempre “Sì Bela, sì”.
Credo che l’unica volta che la mia Nonna non utilizzò il suo standard “Sì Bela, sì” fu quando che la Media corse dalla Nonnina con la Grande e indicando lei e la sorella maggiore le disse “Adda Nonna, Puttane!”.
La Bisnonna mi guardò con gli occhi spalancati dicendo “Ma… Oia capì ben?!” (Ma ho capito bene?”).
Se la Bisnonna avesse aguzzato la vista avrebbe notato che ciò che la Media, con indosso solo un paio di nuovi slip intonati a quelli della sorella, indicava erano proprio i suddetti slip: si stava semplicemente vantando del loro nuovo paio di MUTANDE!
(Sul perché la parola mutande in Mediese si pronunciasse “Puttane” sono ancora in atto ricerche.)

POLO MOD

La wiki di lavoro per chi opera nel polo bibliotecario modenese

Nascere a Mirandola, una scelta naturale

Nascere a Mirandola: una scelta naturale

E se mamma…

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Diario di una trimamma

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

firmatocarla

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

playgroundaroundthecorner

Italy with kids: stop at the playground

Mamma 360

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

mamma fatta così

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Non chiamarla solitudine, la voce del silenzio

Liriche, incipit di romanzi, perle di (im)probabile saggezza

Robyberta SmileMaker

MakeUp_Fashion Blog_Life_Obsession

L'angolino di Ale

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Instamamme

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

agriturismocortepalazzina

Just another WordPress.com site

Sognando Cupcake

quando la dolcezza incontra la fotografia

VOLEVO FARE LA ROCKSTAR

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

E voi? Figli niente?

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

smemomamma

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Ricomincio da quattro

il blog di Adriana

50 sfumature di mamma

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Goligoli.it

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

La Terremo-mamma, una mamma terremotata

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

io imparo con la felicità

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Marco Bianchi

I Magnifici 20 in Cucina

Ma Che Davvero?

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Blog di cucina di Aria

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

mammagari

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Bendix – Il blog di Lia Celi

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: