Archivio | Amore RSS feed for this section

Fantasticando

29 Mag

Io vi guardo.
Vi osservo mentre giocate insieme e vi invidio.

20130529-230927.jpg

Io che desideravo tanto una sorellina.
Talmente tanto che alla scuola materna mi ero convinta che la mia mamma fosse incinta. Lo avevo anche raccontato a tutte le maestre che si erano prontamente congratulate con mia Madre che in tutta risposta disse “Per cosa??”.
Talmente tanto che quando i passanti vedendo me ed il CugiFratello (più giovane di me di 2 anni) ci chiedevano “Siete Fratelli?” io avrei voluto che quel “Sì” che dicevamo per gioco, ridendo, bullandoci della nostra marachella, si avverasse.

Posso solo immaginare come sarà per voi crescere insieme: la ZiaTeen ed io abbiamo troppi anni di differenza, Sorelle, con la S, alla pari, lo siamo da poco ed il CugiFratello ed io non vivevamo insieme, facile amarsi.

Sarete Amiche o Rivali?
Uscirete nella stessa compagnia o separate?
Farete la stessa scuola o le passioni vi divideranno?
I vostri figli cresceranno come fratelli, come me ed il CugiFratello o non si potranno vedere?
Vi osservo, fantastico, immagino.
Scrivo nella mia mente una storia che forse non sarà, o forse sì, e sorrido.

30

21 Gen

Trenta.
Oggi sono 30.
Come suona diverso, grande, Adulto.
Il Marito oggi compie gli anni e non vuole dolci: sabato alla festa di compleanno della Media ne sono avanzati tantissimi e per tutto il weekend ci siamo ingozzati.
Come piatto speciale, quello dove mettere la candelina ha chiesto qualcosa di sano.
“Wow Papi, 30, come ci si sente?!”
“Eh, ci sono arrivato, visto?!”
(Toccate ferro insieme a me per favore, grazie)
Lui è così, adora i cavolini di Bruxelles, vuole mangiare sano, ma non fa sport (e quando?!); è un po’ ipocondriaco, ma fuma (dal lunedì al venerdì, solo in orario lavorativo).
Ha saputo aspettarmi e riconquistarmi quando era il momento.
Ha creato una piccola, ma grande azienda dal nulla a 24 anni, quando la Grande cresceva dentro la mia pancia senza mai farmi stare in pensiero.
Tutti i giorni gestisce il peso dell’essere in proprio, di essere l’unico a mantenere la famiglia, ma quando si ammala vuole essere coccolato.
Affronta ogni problema che si presenta con razionalità e competenza e quando è preoccupato sta zitto, riflette e nel frattempo si morde la guancia.
Tiene la barba lunga per sembrare più maturo, ma quando ride ha lo stesso sguardo di quando era bambino.
Oggi è la Tua Festa, Buon Compleanno Maritino Mio, qui Ti Amiamo tanto tanto.

PS: Auguri anche alla mia Mamma e al mio Papà che oggi festeggiano 29 anni di matrimonio!

Ancora, ancora e ancora

9 Nov

9 novembre 1999
Le giornate sono già molto fredde, tu vieni a trovarmi in scooter; ci vediamo al parco, alla curva, dove possiamo baciarci come solo due adolescenti sanno fare, per ore.
Il naso gelido, sempre un po’ umidino, le nostre mani intrecciate nelle tue tasche, io in punta di piedi per arrivare alla tua altezza.
Il primo “Ti Amo” che ti ho detto, timido, sussurrato all’orecchio, protetta dal buio delle 18 del pomeriggio di quel 9 novembre.
Le nostre strade poi hanno preso strade diverse, non eravamo pronti per stare insieme.

9 novembre 2008
Ore 7:30, nebbia, tanta nebbia; sto andando con la Grande che ha 9 mesi a casa dei miei perché oggi è vero è il compleanno della Mia Mamma, ma quest’anno sarà ancora più speciale, sto andando a prepararmi perché oggi ci sposiamo.
Vedo le nostre foto attaccate ai cartelli stradali con scritto Oggi Sposi e mi commuovo “Iniziamo bene” penso!
Alle 11:02 arrivo in chiesa con la Grande, un ritardo simbolico; tu sei là che ci aspetti.
Lei è in bianco, io no, ma il mio abito parla chiaro, sono proprio io la sposa.
Uscita dalla chiesa sorpresa! la nebbia non c’è più e al suo posto c’è un caldo sole che ha poco a che vedere con Novembre: è il nostro regalo.
Le nostre fedi d’oro rosa risplendono lucide, il sole fa risaltare tutte le sfumature del vestito.
I bellissimi colori dell’autunno ci fanno da sfondo e noi siamo tanto felici.

9 novembre 2012
Oggi come 4 anni fa splende il sole.
Abbiamo già fatto tanta strada, la nostra famiglia è cresciuta, siamo stanchi e irritabili, a volte litighiamo e spesso ci insultiamo, ma sappi Maritino Mio che ti sposerei ancora ancora e ancora!
Buon quarto anniversario.

20121109-161939.jpg

Ti voglio bene come…

23 Ott

Ogni sera quando portiamo le Donnine a letto il rituale è lo stesso.
Doccia, denti, pipì, pigiama, favola e nanna.
Così dovrebbe essere, ma di fatto ogni sera nella routine sono entrate tre nuove varibili: due fisse composte dall’immancabile “C’ho tete io”, seguito a ruota dal “Apettaaaaa, mi devo giutale le copette!” ovviamente urlato mentre stai per chiudere la porta dalla Media, e la terza non sempre presente che consiste nelle dichiarazioni d’amore.
Sono le solite scuse che ti propinano per cercare di rimandare il più possibile il momento del saluto, ma devo ammettere che quando avviene l’attimo delle dichiarazioni è davvero dolce.
Ogni volta la tematica cambia a seconda dell’ispirazione del momento, la Grande in genere lancia l’input e la Media segue a ruota.
A volte per esempio si parla di entomologia.
Mamma e Papà “Sogni d’oro bimbe, vi vogliamo tanto bene”
Grande “Io di più, come tutte le farfalle del mondo!”
Media “No, io di pù, ti volio bene come tutte le zanzale” (e vi assicuro che detto qui vale veramente tanto!)
Grande “E io come tutte le mosche e le coccinelle”
Altre volte di geologia.
“Ti voglio bene come tutta l’acqua del mare”
“Io come tutte le conchiie”
“E io come tutta la sabbia”
Quando inizia la Media in genere trae ispirazione da ciò che la circonda nell’immediato, quindi di arredamento.
“Ti volio bene come l’ammadio”
“E io come tutte le porte dell’armadio e i letti”
“Io come tutti i muli, tutte le potte, tutti i letti e tutti i letti a catello”
O di metereologia quando fuori piove
“Ti volio bene come tutta la pioggia”
“Io come tutta l’acqua del mondo”
Di solito il tutto si conclude con la Media che non trovando altri paragoni esclama ” E io vi adolo!”
Soddisfatti e sorridenti richiudiamo la porta in silenzio e …
“Mammaaaaaaa, ho detto che vi adolo!”
“Si Media, che bello, anche noi vi adoriamo, ora però nanna, sogni d’oro”

Sorellanza

12 Ott

Le maggiori oggi sono tornate a casa dalla scuola dell’infanzia alle 13:30; loro cariche come molle appena schiacciate, io stanca, bisognosa di quelle 2 ore solo per me regalatemi dal riposino pomeridiano (santo subito!).

Euforia vs Nervosismo vanno avanti pari, 0-0 palla al centro.

Si va in bagno, pipì, denti, soliti piccoli litigi (“No lo metto io il dentitito!”, “No, io”, “SSShhht la Piccola sta già dormendo, parlate piano!”), togliamo le scarpe e….
COS’È QUESTO SCHIFO?!
Una palla di pongo mezzo sciolto, in origine grande come un mandarino, é appiccicata dentro agli stivaletti PELOSI della Grande (fosse stata la Media, ma la Grande no!).

Nervosismo straccia Euforia!

“Ma Grande! Perché hai messo il pongo nella scarpa??!?! Sai benissimo che non si fa! Devi aver cura delle tue cose!”
“Non sono stata io”
BUGIA, BUGIA, BUGIA!
“Lo sai che odio le bugie! Non. dirmi. una. bugia!”
“Eh… sono stata io… ma non ho fatto apposta forse” ribadisce la Grande.
Io cerco di sostenere lo sguardo da “sono indignata perché ci stai provando” e nel frattempo la Media esordisce dicendo: “Tono tata io Mamma, ho metto io il pongo nella cappa pel fale uno telzo a Papà…”
La Grande mi guarda e dice “Non è vero, sono stata io”
Entrambe con una voce dispiaciuta, entrambe con uno sguardo colpevole.
Non so ancora chi sia stata, ma non importa, perché quando c’è questa complicità tra loro io mi sciolgo (come il pongo!).
Quando c’è questa affinità possono anche allagare il bagno, srotolare tutto il rotolo della carta igienica intorno alla casa e dargli fuoco.
Quando c’è questa sorellanza Euforia rimonta alla grande e straccia Nervosismo e hai solo voglia di abbracciarle.

È poi le trovi così

9 Ott

Stanno giocando a marito e moglie, si abbracciano e rimangono così per talmente tanto tempo che riesco a mollare giù la Piccola, recuperare il telefono, sbloccarlo, immortalare l’attimo e anche commuovermi un po’.
Perché questo è il loro modo di coccolarsi, tra un gioco e l’altro.
Questa è sorellanza allo stato puro.
Questo è Amore!

20121009-174133.jpg

POLO MOD

La wiki di lavoro per chi opera nel polo bibliotecario modenese

Nascere a Mirandola, una scelta naturale

Nascere a Mirandola: una scelta naturale

E se mamma…

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Diario di una trimamma

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

firmatocarla

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

playgroundaroundthecorner

Italy with kids: stop at the playground

Mamma 360

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

mamma fatta così

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Non chiamarla solitudine, la voce del silenzio

Liriche, incipit di romanzi, perle di (im)probabile saggezza

Robyberta SmileMaker

MakeUp_Fashion Blog_Life_Obsession

L'angolino di Ale

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Instamamme

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

agriturismocortepalazzina

Just another WordPress.com site

Sognando Cupcake

quando la dolcezza incontra la fotografia

VOLEVO FARE LA ROCKSTAR

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

E voi? Figli niente?

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

smemomamma

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Ricomincio da quattro

il blog di Adriana

50 sfumature di mamma

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Goligoli.it

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

La Terremo-mamma, una mamma terremotata

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

io imparo con la felicità

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Marco Bianchi

I Magnifici 20 in Cucina

Ma Che Davvero?

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Blog di cucina di Aria

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

mammagari

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Bendix – Il blog di Lia Celi

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: