Il mistero dell’accento Milanese

18 Ott

Io ho frequentato l’università a Milano.
Il primo anno l’adoravo: passare dal nulla alla metropoli era stato bello, tutto a portata di mano, anonimato, nessuno che ti giudica, mezzi pubblici che ti portano ovunque.
Milan l’è ‘n gran Milan!
Poi passata la novità quella freddezza tipica delle grandi città non mi rispecchiava più, avevo iniziato a vederne gli aspetti negativi, avevo iniziato a temerla, a non capirla.
Durante la gravidanza della Grande io frequentavo ancora le lezioni della laurea specialistica e quindi dal lunedì al venerdì vivevo ancora là con le mie coinquiline.
Col pancione in crescita improvvisamente tutti, va beh, quasi tutti, erano diventati più cordiali; quando lo notavano gli abitanti di quella città che fino al giorno prima non mi consideravano mi sorridevano complici.
In metropolitana e in tram mi veniva sempre lasciato un posticino.
In bagno di fronte al mio pancione la coda si faceva da parte anche quando dovevo semplicemente lavarmi le mani.
Camminavo per quella città sentendomi spensierata, felice, la gravidanza era proprio come l’avevo sognata.
All’università poi era bellissimo: tutte le compagne di corso, già prima gentili, erano diventate ancora più attente e disponibili.
Vivevo in questo stato di beatitudine e avevo iniziato a fare pace con Milano.
Stavo seduta ad ascoltare i professori parlare ed ero beata, andavo al bar a prendere un caffè e me lo godevo proprio.
Dicono che il feto senta le emozioni materne e anche i suoni provenienti dall’esterno; ho letto che già capisce, che riconosce la voce materna e anche quella paterna come familiare forse perché la Mamma è ben disposta, rilassata quando parla il compagno.
Ecco non so quindi se è stato questo a fregarmi, se il ritrovato amore per Milano ha fatto intendere alla Grande che anche lei doveva amarla, perché lei oggi, nonostante sia sempre vissuta in Emilia Romagna, da genitori Emiliani, parla milanese!
“Grande come è andata oggi a scuola?”
Bène
“Se mai béne. Comunque, cos’è successo di bello?”
“Eh, bène! La Nicol mi ha dètto che mi invita al compleanno”

“Cosa vorresti per cena, facciamo le cotolétte?”
“Sì, la cotolètta

Ehi Grande vedi di chiudere quelle E!
In quanto a te Milano, va bene che avevo iniziato a fare pace con te, che ho sfruttato quello che avevi da offrire, che ti ho abitato, amato, odiato e poi ancora amato, ma ti prego esci dall’accento di mia figlia!

Annunci

3 Risposte to “Il mistero dell’accento Milanese”

  1. Barbara Pocorobba 4 dicembre 2012 a 23:22 #

    Che spettacolo ti prego continua a scrivere il tuo blog e’ stupendo e scritto veramente bene l’altra sera non riuscivo a staccarmi!

  2. Giulio 13 marzo 2015 a 00:33 #

    Ciao!!! Ti scrivo prima di tutto facendoti i miei complimenti per farti, però, un piccolo appunto! Te lo dice un milanese 28 enne di milano da 3 generazioni: l’accento milanese (quello che a milano abbiamo tutti) quando dice bene lo dice béne cioè con la e chiusa! quindi la tua bambina quando dice bène con la e aperta non lo dice assolutamente in milanese ma anzi in un modo che a noi milanesi sembra abbastanza ridicolo!! caratteristica dell’accento milanese non è, come molti raffigurano, aprire tutte le e ma, più semplicemente, invertira la apertura e chiusura delle e e delle o rispetto alla dizione corretta….come esempio posso dirti le parole insieme, accento o vero…
    ti ringrazio e spero di non essere stato troppo puntiglioso 🙂

Ti piace il mio Post? Commentalo!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

POLO MOD

La wiki di lavoro per chi opera nel polo bibliotecario modenese

Nascere a Mirandola, una scelta naturale

Nascere a Mirandola: una scelta naturale

E se mamma…

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Diario di una trimamma

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

firmatocarla

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

playgroundaroundthecorner

Italy with kids: stop at the playground

Mamma 360

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

mamma fatta così

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Non chiamarla solitudine, la voce del silenzio

Liriche, incipit di romanzi, perle di (im)probabile saggezza

Robyberta SmileMaker

MakeUp_Fashion Blog_Life_Obsession

L'angolino di Ale

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Instamamme

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

agriturismocortepalazzina

Just another WordPress.com site

Sognando Cupcake

quando la dolcezza incontra la fotografia

VOLEVO FARE LA ROCKSTAR

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

E voi? Figli niente?

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

smemomamma

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Ricomincio da quattro

il blog di Adriana

50 sfumature di mamma

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Goligoli.it

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

La Terremo-mamma, una mamma terremotata

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

io imparo con la felicità

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Marco Bianchi

I Magnifici 20 in Cucina

Ma Che Davvero?

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Blog di cucina di Aria

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

mammagari

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

Bendix – Il blog di Lia Celi

Mamme si diventa, ma in fondo al nostro cuore lo siamo sempre state!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: